Credito d’imposta: ricerca e sviluppo

Credito d’imposta: ricerca e sviluppo

21 Dicembre 2018 Blog Finanziamenti e Voucher 0

Il credito di imposta per la ricerca e lo sviluppo finanzia tutte le attività di crescita delle aziende. La legge di bilancio 2018 (art. 1 legge 205/2017) ha istituito un credito di imposta destinato alle aziende piccole o medie appartenenti a qualsiasi categoria e ha ampliato il pacchetto dei crediti di imposta.

Ma cominciamo dall’inizio.

Che cos’è il credito di imposta per la ricerca e lo sviluppo?

E’ una agevolazione fiscale che consiste in un credito d’imposta pari al 50% riconosciuto da un minimo di 30.000 euro fino ad un massimo di 20 milioni di euro all’anno. Questa misura si applica su tutte le spese in ambito di Ricerca e Sviluppo che saranno sostenute nel periodo 2018-2020. In più la legge è retroattiva dunque si possono controllare anche gli anni 2016-2017.

Quali sono le spese suscettibili di credito d’imposta?

-I costi relativi al personale dedicato alla R&S
-Le spese con altre imprese comprese startup e PMI Innovative
-Software finalizzati alle attività di R&S
-Contratti stipulati con Università, enti di ricerca e sviluppo

Sinatora&Turner come può aiutarti?

Possiamo supportarti quantificando in modo preciso la media di spesa in ricerca e sviluppo. Individuiamo le spese dell’anno in corso e successivamente verifichiamo la documentazione formale.

Non aspettare altro tempo! Contattaci  compila il format in basso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *