Fenomeno Greta Thunberg, i meme diventano virali

Fenomeno Greta Thunberg, i meme diventano virali

23 Maggio 2019 Blog Web 0

 

In Italia Greta Thunberg diventa virale

La giovane ragazzina Greta Thunberg diventata famosa, alle cronache, per il suo impegno alla lotta contro il cambiamento climatico in Italia è diventata un vero fenomeno! Da quando poi è giunta in Italia per le sue visite organizzate tra Parlamento e Vaticano, si è scatenato un vero putiferio mediatico. La Rete è piena di meme e immagini virali che ironizzano a seconda della situazione su ogni cosa. Il leitmotiv è sempre legato all’ambiente, al clima che cambia repentinamente e, in modo instabile, all’attenzione e alla cura che dobbiamo porre verso il contesto che ci ospita.

Il registro e il così detto “tone of voice” che viene fatto utilizzare, in questi meme per far “parlare” Greta è quasi minaccioso e inquietante. Il suo è un monito, un “fate attenzione che” costante, che lascia pensare ad una punizione laddove ci comportassimo male.  Tra l’altro se qualcuno ricorda il magnifico film di Stanley Kubrick, Shining, noterà una certa verosimiglianza della piccola Greta, nelle sue espressioni facciali, con le due gemelline presenti nel film. Molti intellettuali come il biologo e scrittore Enzo Pennetta sostengono che il fenomeno Greta Thunberg sia stato costruito, mediaticamente a tavolino, per rilanciare un discorso abbandonato, in chiave diversa: far parlare una quindicenne e inculcare il senso di colpa per il futuro negato alle generazioni come la sua. Un modo, insomma, per rilanciare un’agenda ormai impantanata.

La dissacrazione e la satira su un personaggio noto, in Italia, è già avvenuta come nel caso de Le più belle frasi di Osho, pagina facebook ideata da Federico Palmaroli, romano, che nel 2016 ha pensato di trasformare il santone indiano Osho in un mistico dall’accento romano. Il suo tono è dissacrante il suo approccio è tutt’altro che meditativo e contorna le sue frasi con citazioni in romanesco. 

 

 

La piccola Greta invece, appare come una bambina “porta jella” che a botta di  “attenti a voi” o peggio ancora “vi vedo che” incute timore con il suo sguardo fisso e imperturbabile. E’ vero, ci fa ridere perché mette in luce i nostri difetti e comportamenti sbagliati, ma in fondo ci fa anche riflettere.


Avrà vita virale lunga il fenomeno Greta? Stiamo a vedere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *